Visto per i cittadini UE e del Regno Unito

Visto per i cittadini UE e del Regno Unito

A seconda della durata del soggiorno, ci sono due opzioni per fermarsi in Thailandia, vediamo quali sono:
Visto all’arrivo o visto di transito: se prevedi di rimanere in Thailandia per meno di 30 giorni e sei un cittadino italiano con regolare passaporto, non devi richiedere il visto prima di partire. All’arrivo in qualsiasi aeroporto thailandese, o a un posto di frontiera se entri via terra, ti verrà concesso un visto gratuito all’arrivo fino a 1 mese. Devi avere un passaporto valido per più di 6 mesi e ti verrà chiesto un biglietto di uscita dal paese come prova della tua partenza.

Visto turistico: questa opzione, però, permette di ottenere un visto turistico per la Thailandia valido 60 giorni e il modo più semplice per richiederlo è recarsi presso l’ambasciata thailandese

Come ottenere un visto turistico?
Devi portare con te il tuo passaporto con scadenza non inferiore a 6 mesi e alcune pagine bianche, una fotocopia del passaporto, una fototessera, biglietto di ingresso e uscita dalla Thailandia e una copia della prenotazione dell’hotel, ostello o appartamento in cui deciderai alloggio. Oltre a tutto questo dovrai compilare un modulo che potrai scaricare sul sito ufficiale dell’ambasciata, oppure ritirare di persona al tuo arrivo, e pagare una quota di 1900 baht, che al cambio attuale è circa € 48.
Il visto ti viene solitamente concesso entro 3 giorni lavorativi dalla tua richiesta e potrai così arrivare in Thailandia e rimanere fino ad un massimo di 2 mesi senza problemi.
Estensione del visto di 30 giorni per la Thailandia
Entrambi i visti sopra descritti possono essere prorogati di 30 giorni ciascuno. Per farlo devi recarti all’ufficio immigrazione di Bangkok che si trova a questo indirizzo:

Centro governativo edificio B Chaengwattanasoi 7 n.120 moo3
Tungsunghong, Laksi – Bangkok
Orario: dal lunedì al venerdì 8.30/12 e 13/16.30


Leggi come richiedere l’estensione del visto turistico per la Thailandia a Bangkok.
Nuove regole per i visti

Fino a poco tempo fa era possibile richiedere un doppio visto e un triplo ingresso (doppio e triplo ingresso), per soggiornare in Thailandia fino a 180 giorni, ma recentemente l’ufficio immigrazione ha dichiarato che la normativa sui visti per la Thailandia cambierà da novembre 13 del 2015 e non sarà più possibile ottenere questo tipo di visto. Entrerà in vigore un nuovo visto turistico con validità di 6 mesi, riferirò la notizia sul blog non appena l’operazione sarà più chiara.


Visto per la Thailandia, suggerimenti pratici
Innanzitutto evita di arrivare in Thailandia con un biglietto di sola andata perché potresti essere costretto ad acquistare un biglietto di andata e ritorno! Non sempre questo è controllato dagli ufficiali dell’immigrazione, ma se vuoi essere più comodo prenota in anticipo qualsiasi biglietto per uno dei paesi vicini. Ci sono molte compagnie aeree low cost come Air Asia o TigerAir che offrono voli per Singapore o altri paesi a partire da 25/30€, usa Skyscanner per trovare tutti i voli più economici.
Tempo fa era possibile ricorrere anche alla Visa Run per rientrare e lasciare il Paese nello stesso giorno ed estendere il visto, ma ora le regole sono cambiate e non è più possibile fare questa pratica.

Infine, attenzione a non rimanere in Thailandia oltre il periodo consentito dal visto, rischiate di pagare una multa all’uscita dal Paese (da € 10 per ogni giorno in più fino a un massimo di € 500), ed evitate anche di trovarvi nella condizione di sopravvalutazione.
Riassumendo: per viaggi fino a 30 giorni non è necessario richiedere il visto. Se stai pensando di fermarti in Thailandia fino a 90 giorni, richiedere un visto di 60 giorni in Italia e poi estenderlo per 30 giorni all’ufficio immigrazione di Bangkok, è la soluzione più semplice e meno costosa.

Un’altra regola importante è che l’unico paese in cui non è possibile ottenere un visto per la Thailandia è la stessa Thailandia; Io per esempio ho fatto domanda per il visto a Londra perché ero lì prima di partire per Bangkok.

Poiché le informazioni in rete non sono chiare e in molti casi anche non più valide, voglio raccontarti la mia esperienza personale e come estendere il tuo visto.
Attualmente si possono ottenere due visti turistici:

Visto all'arrivo: puoi entrare nel paese senza ottenere alcun visto. In questo caso ti verranno concessi 30 giorni di permanenza in Thailandia.

Visto turistico: è possibile ottenere un visto turistico presso qualsiasi ambasciata o consolato thailandese (diverso dalla Thailandia) e rimanere nel paese per un massimo di 60 giorni.

In entrambi i casi puoi richiedere la proroga

per altri 30 giorni e quindi prolungare il soggiorno di un mese. Come richiedere l’estensione del visto turistico thailandese Prima di tutto bisogna fare domanda prima della scadenza del visto turistico in vigore presso l’ufficio immigrazione di Bangkok, vediamo come e dove si trova. Il modo più economico e semplice per raggiungere gli uffici immigrazione di Bangkok è prendere la metropolitana (MRT) fino alla fermata Chatuchak o lo Skytrain (BTS) e scendere a Mo Chit. Da entrambe le stazioni, situate una accanto all’altra, puoi prendere un taxi (circa 100 baht, 2,4 €) per raggiungere la tua destinazione.

Translate »